Siculiana Marina


Siculiana Marina è la frazione balneare del paese di Siculiana. In passato la costa siculianese, in particolare quella di Siculiana marina, assunse un ruolo determinante per l’ampio volume di traffici commerciali che in essa venivano compiuti. Dal periodo arabo e fino al XIX secolo, tale frazione ospitava un Caricatore posto ai piedi del monte S. Giuliano; fu questo il luogo in cui sorsero i capienti e antichi granai, scavati nella roccia del monte S.Giuliano, ai quali un tempo, quando il fiume Canne era navigabile, le imbarcazioni potevano giungere attraverso un breve tratto di navigazione fluviale.

Alcuni studiosi sostengono che Herbesso, “granaio” dei Romani, durante la prima guerra punica, corrisponderebbe con il sito dell’odierna Siculiana Marina. Difatti la città di Herbesso fu scelta dai Romani come magazzino per il grano che proveniva da diversi luoghi, poiché vi si trovavano capienti granai scavati nella roccia e uno di questi dovrebbe essere proprio il Caricatore. Alcuni studiosi infatti danno ad Herbesso il significato di “Tempio di Hera”, la dea considerata una grande divinità per le popolazioni primitive del Mediterraneo.

Tale tesi è avvalorata dal ritrovamento nei pressi del monte Stella, di tracce di un rudere costituito da scalini intagliati e da resti di colonna che farebbero pensare all’esistenza di un Tempio di Hera.

In certi periodi l’Emporio di Siculiana Marina fu ai primi posti tra quelli siciliani, soprattutto per l’esportazione del grano, che attraverso Genova raggiungeva la Spagna e il Portogallo. Nei pressi di Siculiana Marina sono ancora ben visibili i resti di una necropoli sicana, caratterizzate da tombe a grotticella scavate nella roccia.

Oggi Siculiana Marina si offre, agli occhi dei visitatori e della popolazione del luogo, come una splendida zona balneare con le sue spiagge dorate e un mare cristallino. Sono molti i turisti che durante il periodo estivo scelgono Siculiana Marina come meta per le loro vacanze estive.