Vicenzo Maria Iacono

Vicenzo Maria Jacono (o Iacono), nacque a Siculiana il 12 ottobre del 1898. Compiuti gli studi nel seminario di Agrigento e ordinato sacerdote frequentò Pontificio Istituito Biblico di Roma dove, nel 1933, si laureò in Sacra Scrittura. Insegnò vari anni nei seminari regionali di Salerno e di Chieti e poi in quello di Agrigento.
Nel 1947 fu nominato vicario generale di mons. Peruzzo e nel 1950 suo vescovo ausiliare. Nel 1954 fu eletto prima coadiutore e poi vescovo di Nicastro. Dal 1955 al 1961 fu Vescovo della Diocesi di Lamezia Terme ma nel 1961 rinunziò alla diocesi e si ritirò a Roma, dove, dal 1963 divenne canonico della Basilica di Santa Maria Maggiore. Fonti orali ricordavano Monsignore Iacono quando umilmente e vestito come un normale sacerdote prendeva la corriera di Siculiana e partiva per Roma con il suo bagaglio.

"Ricordo dell'ingresso trionfale in Siculiana di S.E. Mons. Dott. Vincenzo M. Iacono Vescovo di Agrigento - lì, 12 novembre 1950 Anno Santo" - Cav. Giuseppe Modica Amore
Come membro della Commissione degli studi e dei seminari partecipò attivamente alla preparazione e allo svolgimento del Concilio vaticano II.
Fra le principali pubblicazioni di mons. Vincenzo M. Jacono, maestro insuperabile nelle scienze bibliche e nelle discipline ecclesiastiche, ammirato da tutti e specialmente venerato dai molti che ebbero la fortuna di essere discepoli, ricordiamo soltanto:
  • Il battesimo nella dottrina di S. Paolo. Roma, 1935.
  • La palinghenesia in S. Paolo e nell’ambiente pagano. Roma, 1934. 
  • Il concetto di redenzione in S. Paolo. La Tradizione. Palermo. 
  • Il battesimo in San Paolo. Roma 1936. 
  • Maria Santissima mediatrice di tutte le grazie. Pompei, 1937. 
  • Commento alle lettere di S. Paolo ai Romani, ai Corinti, ai Galati in La Sacra Bibbia tradotta dai testi originali e commentata sotto la direzione di S. Garofano. Torino 1960 ss.
Morì il 16 settembre del 1993.

pagina precedente / homepage