La Chiesa di San Lorenzo



La prima chiesa di Siculiana, è quella del castello dedicata a San Lorenzo, e , per lo meno della metà del sec. XVII, denominata anche della Madonna degli Angeli. Nella più antica visita pastorale di cui si conservano i documenti del 1540, Siculiana è ricordata con queste parole:
Ecclesia di Santo Laurenzo in lo castello di dicta terra; paga la università lo salario di lo cappellano: unzi tri di introito certo.
Dall'"Inventarium Jugalium" redatto nella stessa occasione, la scultura del SS. Crocifisso viene forse identificata nel documento in cui si leggeva che all'interno dell'unica chiesa del Paese di allora, cioe' quella di San Lorenzo Martire sita nel castello, vi si trovo': 
"...item un palio di villuto virdi vecho a la Imagini di lo Cruchifixo..." 
(traduzione: "...un palialtare di velluto verde vecchio e la Immagine del Crocifisso...") 

In quegli anni (1540) dunque era costituita l’amministrazione cittadina, chiamata allora università, che aveva l’obbligo di assicurare le tre onze al cappellano; ma sia la chiesa che la popolazione doveva essere assai povera, come anche si ricava dall’inventario della visita e dal confronto con quello di altri paesi.

Nel 1910 questa chiesa cosi veniva descritta: 
Sorge nel centro dell’ala sinistra che è il sito più delizioso del castello ed ha la sua porta di ingresso nell’atrio a tramontana… Nel 1645 vi fu eretto anche un beneficio. Tuttora si conservano i due pilastri di intaglio del cappellano o abside e le vestigia della cappella maggiore ridotta ad armadio. La cappella del Crocifisso, posta sicuramente al lato destro di chi entra, non esiste affatto. Si osservano in oltre alcune piccole foglie e stucco con la doratura sbiadita


dal libro "Il Crocifisso di Siculiana" di Domenico De Gregorio e "Siculiana Racconta" di Paolo Fiorentino
pagina precedente / homepage