L'Indipendenza di Priscoli

L’opera racconta del piccolo paese di Priscoli e della strana indipendenza ottenuta mediante l’ingresso in una sinistra organizzazione chiamata OSCRDO (Organizzazione Sovranazionale di Cooperazione delle Repubbliche Democratiche Occidentali).
La serenità della popolazione di Priscoli viene, però, sconvolta da alcune morti sospette a causa di un morbo, la "disoccupite", che miete incessantemente vittime e per la cui soluzione si arrovellano il professore e il medico del paese. La strana malattia diventa oggetto di discussione anche delle alte sfere dell’OSCRDO, le quali decidono di inviare un esperto per evitare il diffondersi del morbo.

 “L’indipendenza di Priscoli”, edizione Albatros, è il primo libro di Vincenzo Sinaguglia, nato a Siculiana nel 1976, laureato in Economia e Commercio.
Oggi vive e lavora a Mantova ma malgrado gli ultimi anni di lontananza non ha di certo dimenticato i ricordi della sua Sicilia e questo libro ne è un’evidente dimostrazione.
Sinaguglia, sapientemente, rappresenta l’ambiente tipico siciliano ricco di sapori, di odori e di suggestivi paesaggi; non mancano aneddoti, proverbi e modi di dire tipicamente siciliani. Insomma, un libro molto piacevole da leggere e sotto certi aspetti molto divertente.  

Autore: Vincenzo Sinaguglia
Editore: Albatros
Anno: 2011
Pagine: 53
Acquista: amzn.to/29E6pyF
pagina precedente / homepage